Pubblicato da Gazzetta di Modena il 24 Giugno 2018

In principio fu la Sarcia, società che faceva parte del Sarcone Group, ma a seguire anche “Le Due Torri”, impresa edile appena sequestrata su disposizione della procura Antimafia, ha fatto affari nella Bassa per la ricostruzione post terremoto. L’azienda, formalmente intestata all’imprenditore casalese Raffaele Tovino, era già controllata da Carmine Sarcone prima ancora che l’acquistasse. Era infatti assunto come dipendente e nei vari sequestri sono stati trovati nella sua disponibilità tutta la documentazione e i timbri che certificano la disponibilità dell’azienda. Stando al sito della Regione, “Le Due Torri” ha effettuato interventi a Massa per 183mila euro, ma i rapporti tra Sarcone e Tovino affondano le radici fin dalla ricostruzione dell’Abruzzo quando la ’ndrangheta aveva tentato di fare affari.

Per continuare a leggere, clicca qui.