Pubblicato su rassegna.it il 14 dicembre 2018.

Il 18 gennaio il ministro Salvini parteciperà alla consegna, ma per il sindacato le misure previste nel decreto sicurezza depotenziano questa battaglia.

“Con soddisfazione la Cgil di Parma apprende che i beni confiscati alle mafie nella bassa parmense e in particolare a Sorbolo saranno finalmente assegnati, un risultato assolutamente positivo, colto dall’amministrazione e dal sindaco Nicola Cesari, che giunge dopo anni di impegno e iniziative di sensibilizzazione e denuncia a cui la Cgil ha contribuito insieme ad associazioni come Libera e al Comune. Una tra tante, l’occasione di confronto e promozione della legalità organizzata nel gennaio 2017 in occasione dell’arrivo proprio a Sorbolo della Mehari di Giacarlo Siani, il giornalista napoletano brutalmente ucciso su quest’auto nel 1985 per mano della camorra”. Lo afferma in una nota il sindacato.

Per continuare a leggere, clicca qui.